Un autorevole commento sulla nuova litania di Salvini evidenzia l’impreparazione su Santi e mariologia del viceministro.

di Sergio Tanzarella

Non bastavano il Vangelo e la corona del rosario branditi impunemente nella campagna elettorale del 2018, ora Salvini – appena un anno dopo – davanti al duomo di Milano sgrana una litania di santi, patroni d’Europa cui affida i popoli dell’Unione e soprattutto la vittoria elettorale. (altro…)

Nilla Manzi, moglie di Luciano, assieme a Domenico De Simone, Presidente dell’Associazione Luciano Tavazza, hanno ritirato il Premio Mediterraneo 2019 Medaglia d’Onore alla Solidarietà Sociale alla memoria di Luciano Tavazza.

La cerimonia di premiazione si è svolta ieri mattina 18 maggio 2019 a Napoli, presso il Museo della Pace-MAMT, presenziata da Michele Capasso, Presidente della Fondazione Mediterraneo.

Gli assegnatari delle altre “Medaglie d’Onore” Premio Mediterraneo 2019, sono stati:

Vedi il servizio di Raitre Campania Premio Mediterraneo 2019.

Relazione introduttiva di Raniero La Valle alle giornate di studio sul volontariato dell’Associazione Luciano Tavazza sul tema “La solidarietà è reato? Le nuove profezie del volontariato”.

di Raniero La Valle

Cari amici,
poiché questa che mi avete affidato è un’introduzione, io rispondo subito alla domanda che avete messo per titolo a queste giornate di studio: la solidarietà è un reato?
La risposta è: sì, è un reato.
Ve lo faccio dire da un grande giurista che abbiamo interrogato poche settimane fa, in una nostra assemblea ecclesiale, riunitasi il 6 aprile scorso a Roma sotto il nome di “Chiesa di tutti Chiesa dei Poveri”. Questa assemblea sentendo il grido dei poveri, delle vittime, dei migranti, dei naufraghi, dei popoli straziati da poteri iniqui, si era riunita per chiedersi: “che cosa ci sta succedendo?”, e voleva “nominare” le cose che accadono, perché dare un nome alle cose è la prima cosa da fare, per capirle, per dare una risposta. Di fronte ai mali che ci opprimono la prima cosa da fare è un’operazione di verità. (altro…)

Questa pubblicazione – curata da Domenico De Simone – riporta due interessanti testi contenuti nei faldoni dell’Archivio Storico Luciano Tavazza, scritte di proprio pugno dall’autore:

  • una relazione tenuta durante un corso di formazione al volontariato, del 1991, destinata ai volontari dell’Associazione La Quercia di Poggiomarino (Napoli);
  • una pubblicazione sul dialogo intergenerazionale.

L’Archivio Storico – consultabile online su questo sito – costituisce un’eredità enorme in grado di consentire una rilettura di quali sono gli spazi del volontariato organizzato, a dimensione politica, in un’epoca di forte crisi e transizione come quella attuale.

La memoria del futuro può essere un’intuizione da condividere e coltivare, nella convinzione che il richiamo a discernere gli orizzonti di attesa del passato costituisce un atto di responsabilità, da proporre in particolare alle giovani generazioni.

Si tratta di riconoscere che cosa di quel futuro, nel quale in passato abbiamo sperato, non si è realizzato e quali interrogativi tutto ciò ci pone.

Scarica la pubblicazione

L’appuntamento si svolgerà a Firenze il 16 e 17 novembre 2019.

Come disegnare un futuro in cui ogni generazione possa partecipare alla vita sociale, politica, economica? Come costruire un patto sociale rinnovato, raccogliendo esigenze diverse in orizzonte condiviso?

Sono solo alcuni degli interrogativi che i promotori del Forum di Etica Civile proporranno nei loro incontri in varie città italiane. Si tratta di percorsi tematici volti a favorire il confronto e l’individuazione di buone prassi in preparazione del 3° Forum di Etica civile dal titolo “Verso un patto tra generazioni: un presente giusto per tutti”

Forum Etica Civile

di Maria Paola Tavazza

E’ per me difficile parlare di Luciano e fino ad oggi l’ho sempre rifuggito. È stato per molti l’amico, il padre putativo, l’educatore, l’animatore, il presidente (Enaoli,Mo.V.I. e Fivol), per altri uno tra i padri del volontariato moderno, un personaggio su cui scrivere una tesi, un nome da ricercare con Google. Luciano, così ho sempre preferito chiamarlo in occasioni pubbliche, era mio padre. (altro…)